Calcio Gazzetta

[Storie di Calcio] Arthur “o Galinho” Zico

zico storie di calcio

Oggi per la nostra rubrica “Storie di Calcio” parleremo dell’ex fantasista ed attaccante dell’Udinese Arthur Antunes Coimbra, meglio conosciuto come Zico.

Nato a Rio de Janeiro il 3 marzo del 1953, Zico è considerato uno dei migliori giocatori di sempre. Infatti, la rivista francese “France Football” lo ha inserito al 9° posto della classifica dei migliori giocatori del XX secolo. Inoltre Zico in carriera ha giocato 750 partite con 516 gol segnati.

Cresciuto nelle giovanili del Flamengo, Zico legherà la sua carriera proprio alla squadra rossonera con cui giocherà in 2 periodi diversi. Il primo periodo, è dal 1971 al 1983 e in questi 12 anni disputa 457 partite segnando 346 gol, vincendo 3 campionati brasiliani (1980, 1982 e 1983), 6 campionati Carioca (1972, 1974, 1978, 1979, 1979 speciale e 1981), 1 Coppa Libertadores (1981) e 1 Coppa Intercontinentale (1981).Inoltre, sempre in quel periodo è stato eletto per 3 volte calciatore sudamericano dell’anno (1977, 1981 e 1982).

Nell’estate del 1983 Zico approda nella nostra Serie A acquistato dell’Udinese. Nella prima stagione con i suoi gol e le sue giocate fa sfiorare ai friulani la qualificazione in Coppa UEFA, nella seconda invece complice problemi fisici giocherà poco.

Nell’estate del 1985 fa ritorno al Flamengo con cui disputa altre 4 stagioni giocando 77 partite con 24 gol segnati, vincendo nel 1986 il campionato carioca. Dal 1989 al 1991 si prende un periodo di pausa.

Nella stagione 1991/92 torna a giocare e lo fa in Giappone con la maglia del Sumitomo Metals con cui mette a segno 26 gol in 31 match disputati. Nella stagione 1993/94 gioca nei Kashima Antlers dove disputa 24 partite andando a segno 15 volte, alla fine della stagione decide di smettere con il calcio giocato.

Con la maglia della Nazionale Brasiliana, Zico ha disputato 3 Mondiali (1978, 1982 e 1986), giocando 72 partite con 52 reti segnate (quarto miglior marcatore di sempre dei verdeoro).

Appese le scarpe al chiodo, nel 1995 fa parte della Nazionale Brasiliana di Beach Soccer che, con i suoi 12 gol (che gli fanno vincere la classifica dei capocannonieri della competizione), trascina alla vittoria del Mondiale.

In seguito inizia una fortunata carriera di allenatore. Nel 1998 è il vice di Zagalo nella Nazionale Brasiliana, l’anno seguente allena i Kashima Antlers. Dal 2002 al 2006 è stato commissario tecnico della Nazionale Giapponese con cui ha vinto la Coppa d’Asia nel 2004 e partecipato al Mondiale di Germania 2006. Dal 2006 al 2008 ha allenato i turchi del Fenerbahce con cui ha vinto il campionato nel 2006/07 e la Supercoppa di Turchia nel 2007. Dal settembre 2008 al gennaio del 2009 siede sulla panchina degli Uzbeki del Bunyodkor con cui in pochi mesi vince il campionato è la Coppa d’Uzbekistan. Dal gennaio al settembre del 2009 allena il CSKA Mosca con sui vince 1 Coppa e 1 Supercoppa di Russia, poi in seguito viene esonerato. Subito dopo l’esperienza russa si accusa in Grecia all’Olympiakos dove, però, viene esonerato nel gennaio del 2010.

In seguito Zico decide di smettere di allenare collaborando però con il Flamengo nel ruolo di Direttore Tecnico, ma dopo qualche mese torna sui suoi passi e decide di accettare la proposta della Nazionale Irachena. La sua esperienza in Iraq termina nel novembre del 2012, nell’agosto del 2013 siede sulla panchina dei qatarioti dell’Al-Gharafa dove si dimette, però, nel gennaio del 2014. In seguito ha allenato in India la squadra del Goa.

Recentemente Zico è tornato ad Udine per la felicità dei tifosi friulani che in questi anni non hanno mai smesso di amarlo. Inoltre pochi giorni fa è stato ospite della trasmissione “Ballando con le stelle” condotta da Milly Carlucci, dove si esibito come ballerino per una notte.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.