Calcio Gazzetta

[Storie di Calcio] Franco “Kaiser Franz” Baresi

Embed from Getty Images

Oggi per la rubrica “Storie di calcio” parleremo dell’ex libero del Milan Franco Baresi, considerato uno dei migliori difensori della storia del calcio mondiale.

Nato a Travagliato (Brescia) l’8 maggio del 1960 era soprannominato “Kaiser Franz” in onore di Franz Beckenbauer. Cresciuto nelle giovanili del Milan, nel corso della sua carriera professionistica ha giocato sempre con i rossoneri in cui vi ha militato per 20 anni dal 1977 al 1997 collezionando 531 presenze e 16 gol, vincendo 6 Scudetti (1979, 1988, 1992, 1993, 1994 e 1996), 4 Supercoppe italiane (1988, 1992, 1993 e 1994), 1 Mitropa Cup (1982), 3 Coppe dei Campioni/Champions League (1989, 1990 e 1994), 3 Supercoppe Europee (1989, 1990 e 1994) e 2 coppe Intercontinentali (1989 e 1990).

Inoltre Baresi è stato capitano per 15 anni dal 1982 fino alla sua ultima partita in carriera nel 1997 ed in suo onore i rossoneri hanno ritirato la maglia N.6. Con la maglia della nazionale italiana, ha giocato il mondiale del 1982, 1990 e 1994 vincendo il primo e gli europei del 1980 e 1988. In totale ha disputato 81 partite con 1 gol segnato. Appese le scarpe al chiodo, ha allenato nelle giovanili dei rossoneri: dal 2002 al 2006 la primavera e dal 2006 al 2008 la beretti.

Nel 1999 durante la festa per il centenario del Milan è stato eletto dai tifosi “Rossonero del Secolo” cioè il calciatore più rappresentativo della storia rossonera.

Nel 2004 è stato inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 più grandi calciatori viventi. Nell’agosto del 2005, è stato condannato a 5 mesi di reclusione, convertiti in una multa di 5.900 euro nell’ambito di una truffa sulla vendita di quadri.

Per quanto riguarda la sua vita privata, è sposato con Maura Lari con cui ha avuto il figlio Edoardo nel 1991 ed ha adottato nel 1997 Giannandrea. Inoltre, è lo zio della calciatrice Regina Baresi, figlia di suo fratello maggiore Beppe anch’egli ex calciatore.

Nel 2012 è stato inserito nella “Golden Foot” e nel 2013 nella “Hall of Fame” del calcio italiano categoria “Giocatore italiano”. Dall’agosto del 2008 fa parte della direzione marketing del club rossonero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.