Calcio Gazzetta

[Storie di Calcio] Marcos “pendolino” Cafu

cafu storie di calcio

Oggi per la nostra rubrica “Storie di Calcio” parleremo dell’ex terzino destro di Roma e Milan, il brasiliano Marcos Cafu.

Nato a San Paolo  (Brasile) il 7 giugno del 1970, Cafu era soprannominato “pendolino” ed è stato uno dei terzini destri più forti di sempre: era veloce ed abile nei cross ed inoltre giocava anche come esterno destro di centrocampo ed ala destra.

Cresciuto nelle giovanili del Nacional SP, in seguito passa al Portuguesa ed al San Paolo con cui esordisce in prima squadra nel 1989. Con la squadra Paulista gioca fino al 1994 collezionando 95 presenze e 6 gol, vincendo 3 campionati Paulisti  (1989, 1991 e 1992), 1 campionato brasiliano  (1991), 2 Coppe Libertadores  (1992 e 1993), 2 Coppe Intercontinentali  (1992 e 1993), 2 Recopa Sudamericana  (1993 e 1994), 1 Supercoppa Sudamericana  (1993), e 1 Coppa COMNEBOL  (1994).

Nella stagione 1994/95 passa al Real Saragozza con cui vince la Coppa delle Coppe. Dal 1995 al 1997 Cafu milita nel Palmeiras con cui vince il campionato Paulista nel 1996.

Nell’estate del 1997 passa alla Roma ed in maglia giallorossa disputa 6 stagioni giocando 163 partite segnando 5 gol vincendo 1 Scudetto e 1 Supercoppa italiana nel 2001. Nell’estate del 2003 passa poi al Milan a parametro zero e con i rossoneri vive una seconda giovinezza giocando ad alti livelli per tutte le 5 stagioni in cui ha vestito la maglia rossonera collezionando 119 presenze e 4 gol vincendo 1 Scudetto  (2004), 1 Champions League  (2007), 1 Mondiale per Club  (2007), 2 Supercoppe Europee  (2003 e 2007) e 1 Supercoppa Italiana  (2004).

Alla fine della stagione 2007/08 Cafu decide di smettere con il calcio giocato.

Con la maglia della Nazionale Brasiliana Cafu detiene un bel po’ di record: è il primatista assoluto di presenze  (142 con 5 gol segnati), l’unico ad avere disputato 3 finali mondiali consecutive, è il calciatore con più partite giocate nella storia dei mondiali. Inoltre ha partecipato a 4 edizioni della manifestazione iridata nel 1994, 1998, 2002 e 2006. Con la Nazionale verdeoro ha vinto 2 Mondiali  (1994 e 2002), 2 Cope America  (1997 e 1999) e 1 Confederation Cup (1997).

Nel 2001 è stato coinvolto nello “scandalo passaporti” perché trovato in possesso di un falso passaporto. Condannato a 9 mesi sospesi con la condizionale, nel 2006 è stato assolto dal tribunale di Roma. Nel 2004, è stato inserito da Pelè nella “FIFA 100” la classifica dei 125 migliori giocatori viventi. Inoltre Cafu fa parte della “Hall of Fame” sia della Roma che del Milan.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.