Calcio Gazzetta

[SPECIALE MERCATO] I colpi dell’ultimo giorno di mercato in serie A

verdi

Si è chiusa ieri alle 23 la sessione invernale del calciomercato per la stagione 2017/2018 con pochissime operazione concluse e molte fumate nere.

Niente colpi dell’ultimo minuto e la sensazione che nessuno abbia voluto toccare il loro organico. Vale per le principali protagoniste dela serie A, cioè Napoli, Juve, Milan, Roma e Lazio. Analizziamo quanto avvenuto in questo mese:

ATALANTA: nessuna operazione rilevante portata a termine dagli orobici, che si sono limitati a far rintrare l’attaccante Latte Lath dal Pescara e ad acquistare il mediano Rizzo dalla Spal.

BENEVENTO: è senza dubbio la squadra che più di tutti ha messo mano al portafoglio, alla luce dell’ultimo posto in classifica e della necessità di riagguantare il treno salvezza. Il colpo più importante è sicuramente in porta, dove dalla Samp arriva l’esperto Puggioni. Nel reparto difensivo da registrare gli innesti di Billong dal Maribor e, nelle ultime ore, di Tosca dal Betis Siviglia, nonchè dell’esterno Sandro (ex Tottenham) dall’Antalyaspor. Gli ultimi due acquisti sono due giocatori offensivi, cioè Djuricic dalla Samp e Guilherme dal Legia Varsavia. Per quanto riguarda le cessioni, c’è da registrare la partenza dell’attaccante Puscas direzione Parma e di Chibsah per Frosinone. A salutare è stato anche il fantasista Ciciretti, andato a Parma per mesi in attesa di sposare a giugno il progetto Napoli.

BOLOGNA: in entrata c’è da segnalare il ritorno di Blerim Dzemail dal Montreal Impact e l’arrivo del giovane talento Riccardo Orsolin, di prorpietà della Juve (era all’Atalanta). In uscita, invece, salutano Mimmo Maietta (Empoli) e Taider (Montreal Impact), mentre Bruno Petkovic ha salutato le tre torri per andare da Pecchia a Verona. Positiva, inoltre, la permanenza di Simone Verdi, che ha rifiutato il trasferimento al Napoli.

CAGLIARI: poche le operazioni di rilievo messe a segno per i sardi, se non in prospettiva. Importante, per la difesa, l’arrivo dell’ex difensore di Roma e Torino Leandro Castan.

CHIEVO: alla fine Roberto Inglese, il cui futuro era in bilico, rimanda l’approdo al Napoli e resta in riva all’Adige fino a giugno per contribuire alla salvezza dei clivensi. I gialloblù, inoltre, mettono a segno nelle ultime ore il colpo Giaccherini dal Napoli.

CROTONE: molto attivi sul mercato invernale anche i pitagorici, dentro con entrambi i piedi nella lotta per non retrocedere. In difesa è arrivato Capuano dal Cagliari, mentre per la fase offensiva da segnare l’arrivo di Benali dal Pescara e del giovane Rizzo dal Genoa. In uscita, invece, Kragl scende di categoria e accetta l’offerta del Foggia.

FIORENTINA: fatto rumore le cessioni più che gli acquisti in casa Viola. A salutare, nelle ultime ore di mercato è, infatti, Kouma Babacar che va al Sassuolo in cambio di Diego Falcinelli, e Sanchez, che va all’Espanyol.

GENOA: pochi arrivi ma di qualità in casa Genoa, dove sbarcano il difensore Pereira dal Benfica, ma soprattutto il fantasista Daniel Bessa dal Verona. Se ne vanno, invece, Ricci (Crotone ) e Palladino, che accetta la proposta dello Spezia in serie B.

INTER: la più grande delusione di questo mercato invernale. Dal 2 gennaio sono circolati fior di nomi, alcuni di primissimo livelli (Pastore), ma alla fine è arrivato solo Rafinha Alcantara dal Barcellona a peso d’oro (circa 38 milioni di euro di riscatto dopo un iniziale prestito). Positive, invece, le cessioni. Nagatomo è andato in Turchia al Galatasaray, mentre l’uomo misterioso Joao Mario sbarca a Londra, sponda West Ham.

JUVENTUS: sostanzialemente invariata la rosa bianconera, se si fa eccezione per il ritorno del fantasista Del Sole dal Pescara e la partenza in prestito di Marco Pjaca direzione Schalke 04.

LAZIO: da segnalare soltanto l’arrivo di Martin Caceres dal Verona (già promesso ad agosto) e la partenza di Simone Palombi per Salerno.

MILAN: solo cessioni per i rossoneri, che mirano a capitalizzare nella seconda parte della stagione gli acquisti estivi. Salutano i rossoneri il portiere Gabriel, ceduto all’Empoli, e Gabriel Paletta, che rescinde il contratto.

NAPOLI: dopo il gran rifiuto di Simone Verdi, nelle ultime ore poteva arrivare Politano dal Sassuolo, ma alla fine non se ne è fatto nulla, così la casella acquisti per il ds Giuntoli rimane vuota. Resta solo la cessione di Maksimovic, che se ne va in Russia allo Spartak Mosca.

ROMA: i giallorossi restano al palo sul fronte acquisti, a parte Jonathan Silva, sostituto di prospettiva per Emerson Palmieri, mentre salutano proprio il brasiliano, che va al Chelsea nell’ambito dell’operazione che avrebbe dovuto portare anche Dzeko a Londra. L’attaccante bosniaco, invece, rimarrà alla corte di Di Francesco. Saluta anche Leandro Castan, che se ne va al Cagliari in prestito.

SAMPDORIA: sostanzialmente invariato l’undici doriano dopo questo mese di mercato. Spiccano tra tutte le cessioni di Puggioni e Djuricic al Benevento.

SASSUOLO: il colpo di mercato de neroverdi è senza dubbio la permanenza di Politano, che rimane in Emilia nonostante negli ultimi minuti il Napoli avesse provato a offrire ben 28 milioni di euro, respinti dal club di Squinzi. Arriva, nell’ambito dell’operazione che ha portato Falcinelli alla Fiorentina, la punta Kouma Babacar dai Viola.

SPAL: due acquisti e ben mirati per gli spallini, che portano in Emilia il mediano Kurtic dall’Atalanta e il difensore Cionek dal Palermo. In uscita Mora e Cremonesi scendono di categoria e approdano, rispettivamente, a Spezia ed Entella.

TORINO. nessuna operazione di primo livello per i granata, che restano sostanzialmente invariati nella rosa.

UDINESE: Zampano dal Pescara l’unico arrivo per i friulani, mentre Rider Matos se ne va al Verona.

VERONA: molto attivi gli scaligeri in questo mese di mercato, sia in entrata che in uscita. Arrivano in riva all’Adige Vukovic dall’Olympiakos, Matos dall’Udinese e la punta Petkovic dal Bologna. Salutano, invece, Giampaolo Pazzini direzione Levante, Martin Caceres per la Lazio  e il fantasista Bessa, che va al Genoa.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.