Calcio Gazzetta

Conf. Di Francesco” Con il Qarabag non sarà facile.” J. Jesus”Alle critiche rispondo con il lavoro.”

di francesco

Alla vigilia del match contro il Qarabag, il tecnico giallorosso Di Francesco  ed il difensore brasiliano Juan Jesus si sono presentati in sala stampa per rispondere alle domande dei cronisti presenti

Queste le parole più significative di Di Francesco:

“Ci sono giocatori che hanno più esperienza di altri, ma alleno tutti alla stessa maniera. Avere due giocatori per ruolo è stata una scelta iniziale. Questa è una gara delicata dove si danno per scontate troppe cose, vi assicuro che non sarà una partita facile. Rispetto al Qarabag abbiamo un livello tecnico superiore, ma in queste gare non basta, bisogna essere determinati e cattivi, altrimenti diventa tutto difficile. Dzeko e Kolarov? Domani partiranno entrambi  dal’primo minuto , perchè  sono giocatori importantissimi per la squadra. El Shaarawy? Non me lo aspettavo, ha avuto una crescita importante, sull’esterno giocheranno tutti perché è un ruolo molto dispendioso. Vedrete che ci sarà spazio per tutti. Defrel?  Può rigiocare da esterno, non solo come vice-Dzeko, per ora ho fatto altre scelte. Vedo i miei giocatori in allenamento e vivo anche di sensazioni. Campionato italiano poco allenante?  Il divario nei campionati nazionali esiste ovunque, noi dobbiamo alzare il ritmo e da questo punto di vista stiamo crescendo”

Ecco i passaggi fondamentali della conferenza di Juan Jesus:

“Differenze rispetto allo scorso anno?  Ora siamo più corti, guardiamo la palla e in questa maniera, lavorando sul pallone, prendiamo meno gol. Qarabag?  Sarà difficile perché vengono da un risultato non positivo e vorranno riscattarsi di fronte ai propri tifosi. Ricordo ancora quando ci ho giocato contro ai tempi dell’Inter e fu una partita complicata che siamo riusciti a chiudere solo nella ripresa. Rispetto ad allora sono cresciuti molto e sono più forti. Sul suo ambientamento nella capitale: Ci ho messo un po’ ad ambientarmi a Roma, ora sto dimostrando il mio valore, ma dipende sempre tutto da me. Oggi vengo ripagato del lavoro che sto facendo. Il calcio è così dipende molto dai risultati, io sono rimasto umile, i tifosi hanno diritto di critica, io continuerò a lavorare.”

 

Riccardo Luppino

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.