Calcio Gazzetta

[Europa League] Milan – Aek Atene : Domani il sarto Montella proverà a cucire l’abito giusto per evitare ennesime figuracce

Generated by  IJG JPEG Library

<< Rossoneri vogliosi di chiudere il discorso qualificazione e dare continuità di risultato, almeno in Europa, dove risultano ancora imbattuti>>

POST DERBY – Così ha commentato i giorni appena trascorsi Montella, apparso carico e pronto a rialzare ancora una volta la testa in campo europeo dopo le delusioni del campionato : << Mi sento aggressivo. Stiamo trovando attraverso le sconfitte quello che sarà l’abito giusto per questa squadra. Le ultime due partite, ha proseguito, meritavamo quantomeno il pari. Ci serve necessariamente ancora più rabbia e convinzione. Questo Milan, dato il poco tempo a disposizione, si allena giocando più che a Milanello. Domani sarà una partita importante per dare continuità al nostro percorso di crescita e al nostro gioco. L’obbiettivo è quello di crescere ogni partita. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo del derby>>.

IL SARTO MONTELLA – Ha usato una allegra similitudine il mister, paragonandosi ad un sarto, per cercare di far capire a tutti che serve ancora un pò di tempo alla squadra per conoscersi meglio ed esprimersi in maniera adeguata. Un tentativo, apparentemente riuscito, di rasserenare l’ambiente che, soprattutto dopo la sconfitta nel derby, sta iniziando ad essere sempre più dubbioso nei confronti della squadra e di chi la mette in campo. Queste le sue parole in merito: << Mi vedo un pò come un sarto in questo momento. In estate ci siamo rifatti il guardaroba comprando tanti capi nuovi, sto cercando di capire come abbinarli al meglio. Partita dopo partita ho le idee sempre più chiare sul da farsi, il guardaroba è buono non c’è alcun bisogno di stravolgere ancora il nostro modo di vestirci>>. Che tradotto significa che si andrà avanti ancora con il 3-5-2, modulo o modo di vestirsi che dir si voglia, adatto secondo il tecnico per raggiungimento degli obbiettivi prestabiliti. Suso molto probabilmente verrà schierato in mezzo al campo da mezz’ala, proprio come nel secondo tempo del derby, dove ha dato l’impressione di essere decisamente più a suo agio. Anche di questo ha voluto parlare più o meno implicitamente : << Non posso pretendere di avere di già 95′ minuti di qualità. Qualche giocatore dovrà necessariamente adattarsi alle nuove posizioni in campo.  Siamo più o meno in linea con quanto mi aspettavo ad inizio stagione, risultati delle ultime partite a parte. Credo di aver commesso qualche errore di valutazione io, devo ancora conoscere bene i giocatori e capire cosa ognuno possa darmi e dare agli altri. La squadra sta trovando la sua fisionomia, va compiuto qualche leggero aggiustamento, ma non c’è alcun bisogno di grandi stravolgimenti. Serve ancora un pò di tempo e lavoro per adattarsi e conoscersi>>.

GLI AVVERSARI – Milan ed Aek Atene non si incontrano in gare ufficiali dalla stagione 2006/2007.  Annata importante per i rossoneri che vinsero non solo contro i greci a S. Siro per 3-0 (reti di Inzaghi, Gourcuff, Kakà ) ma anche quell’edizione della Uefa Champions League. Chissà che la gara di domani, seppur in una competizione minore, non sia di buon auspicio per il cammino europeo degli uomini di Montella. Così il mister ha voluto presentare il match di domani : << L’Europa, come già detto in passato, è la casa del Milan. C’è grande voglia da parte mia di ben figurare, dando il massimo, in qualsiasi gara di questa competizione, dove, ogni partita presenta sempre delle difficoltà>>. Sugli avversari nello specifico ha dichiarato :<< Loro sono una compagine cinica, molto abili in avanti. Dopo L’Atalanta sono la squadra che ha la % maggiore di tiri nello specchio. Sanno adattarsi bene agli avversari che incontrano e sono dotati di una buona rapidità di manovra, dovremmo mantenere alta la concentrazione per evitare passi falsi e mettere al sicuro il discorso qualificazione. Conosco molto bene Lazaros (Christodoulopoulos), capocannoniere del campionato greco, che ho avuto modo di allenare nella Sampdoria, ma in generale credo che siano da tenere sott’occhio tutti i giocatori offensivi >>.

QUESTI I PROBABILI 11 :

MILAN (3-5-2 ) :

                                                             G. Donnarumma

                                           Musacchio      Bonucci      Paletta

                                    Borini     Suso        Locatelli     Calhanoglu  Calabria

                                                                Silva   Cutrone

Allenatore : Montella

Arbitro : Andreas Ekberg (SWE)

Stadio S.Siro, calcio di inizio ore 21:05

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.