Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Calcio Gazzetta

Serie A, Crotone-Lazio 2-2: un pari che non serve a nessuno, verdetti rimandati per entrambi all’ultima giornata

Finisce in parità la sfida dell’Ezio Scida di Crotone, dove i rossoblù e la Lazio fanno 2-2. Un pari che mette più nei guai i calabresi che i laziali: ai ragazzi di Zenga potrebbe infatti non bastare una vittoria – tanto inaspettata quanto difficile – sul campo del Napoli all’ultima giornata per evitare la retrocessione, in caso di risultati positivi anche dalle dirette concorrenti nella corsa salvezza.
I ritmi di gara sono elevati fin dall’avvio, ma per la prima vera occasione bisogna attendere il 12’, quando Milinkovic riceve una palla alta al limite dell’area che il serbo aggancia di petto e calcia al volo, sfiorando il palo alla destra di Cordaz. Al 15’ il primo episodio che può cambiare la storia del match: Lulic difende palla sull’out di destra, supera Sampirisi e viene atterrato da un pestone di Ceccherini, rigore giusto assegnato dall’arbitro e confermato in pochi secondi da VAR; dal dischetto va proprio il capitano biancoceleste, che infila Cordaz con un preciso diagonale. Il Crotone non ci sta e reagisce, mettendo pressione dalle parti di Strakosha, e al 26’ va vicino al pari: Mandragora trova Nalini in profondità, l’esterno calabrese prova un diagonale dalla destra che esce di pochissimo e sul quale per poco non arriva la zampata vincente di Simy. E il bel gioco dei padroni di casa si concretizza al 29’, quando Barberis recupera palla a centrocampo e serve Martella, che si prende il campo a disposizione per galoppare sulla fascia e crossare perfettamente per la testa di Simy, la cui incornata spiazza il portiere ospite – malgrado l’esultanza dello ‘Scida’, bisogna comunque attendere qualche minuto per ufficializzare il gol, dopo il silent check del VAR -. La Lazio ha una grande chance per riportarsi in vantaggio prima dell’intervallo, ma Caicedo lanciato in campo aperto si fa ipnotizzare dalla super uscita di Cordaz; il portiere di casa si ripete poi su un piazzato da biliardo di Milinkovic, distendendosi bene alla sua sinistra. Ultime emozioni di un bel primo tempo, giocato a viso aperto da entrambe le squadre.
Pronti via nella ripresa e subito traversa colpita al 2’ dalla Lazio, con il colpo di testa di Caicedo sugli sviluppi di un calcio di punizione. Dagli altri campi arrivano tutti risultati negativi per i calabresi, che con il passare dei minuti alzano il baricentro anche grazie all’ingresso di Stoian. E al 16’ i ragazzi di Zenga riescono a ribaltare il match: punizione dalla destra messa in area da Barberis sul quale c’è la zampata mancina vincente di Ceccherini, che beffa un incerto Strakosha e porta avanti i rossoblù. E malgrado la Lazio si getti in avanti a caccia del pari, è ancora il Crotone ad andare vicinissimo al vantaggio, in contropiede: al 23’ Nalini scappa via sulla sinistra e mette in metto un rasoterra sul quale si avventa Rohden, che supera Strakosha ma trova sulla strada verso la porta il piedone di De Vrij, che salva sulla linea. Gli ospiti reagiscono intorno alla mezz’ora, ma il destro dal limite di Milinkovic colpisce solo l’esterno della rete. Ma al 39’ arriva il pareggio della Lazio, con Felipe Anderson che dalla destra crossa a rientrare, trovando l’agganciando di Milinkovic che si gira e supera Cordaz; pochi secondi e ancora il serbo sfiora la doppietta da un metro dalla porta, colpendo fuori di testa. Il gol di Milinkovic-Savic è molto più determinante per il Crotone che per Lazio: i calabresi non saranno più padroni del proprio destino nella corsa salvezza (e li aspetta anche la difficilissima trasferta al San Paolo di Napoli), mentre la Lazio dovrà comunque evitare la sconfitta nello scontro diretto contro l’Inter per conquistare un posto in Champions.
CROTONE-LAZIO 2-2
RETI: 17’ rig. Lulic, (L), 29’ Simy, 16’ st Ceccherini, 39’ st Milinkovic (L).
CROTONE: Cordaz 6.5, Sampirisi 5.5, Ceccherini 5.5, Capuano 6.5, Martella 6, Barberis 6 (42’ st Ricci sv), Mandragora 5.5, Rohden 5.5, Faraoni 6 (14’ st Stoian 5.5), Simy 5.5, Nalini 6.5 (29’ st Trotta sv). A disp: Ajeti, Crociata, Diaby, Festa, Izco, Pavlovic, Simic, Trotta, Tumminello, Zanellato. All: Zenga.
LAZIO: Strakosha 5.5, Wallace 6, De Vrij 6.5, Radu 5.5 (10’ st Caceres 6), Basta 6 (20’ st Nani 5.5), Murgia 5.5 (10’ st Patric 6), Lucas Leiva 6.5, Milinkovic-Savic 6.5, Lulic 7, F. Anderson 6, Caicedo 5.5. A disp: Bastos, Crecco, Di Gennaro, Guerrieri, Marusic, Neto, Vargic. All: S. Inzaghi.
ARBITRO: Paolo Mazzoleni.
NOTE: ammoniti Radu (L), Murgia (L), Nalini (C), Nani (L).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.