Calcio Gazzetta

Serie A, Palermo-Bologna 0-0: i felsinei resistono in 10, siciliani sempre più vicini alla B

palermo

Si spegne sul fischio finale di Banti forse ogni ulteriore speranza di rimonta salvezza del Palermo: i rosanero infatti non riescono ad avere la meglio di un Bologna ridotto in 10 dalla metà del primo tempo, e la contemporanea vittoria dell’Empoli a Firenze manda i siciliani a 10 lunghezze dal quart’ultimo posto, una quota ormai irraggiungibile per questo Palermo.

Il primo tempo viaggia su ritmi non elevatissimi, ma comunque gradevoli, senza che però le due squadre creino delle vere e proprie occasioni da gol. Il Palermo ci prova intorno al 15’ con una conclusione dal limite di Bruno Hernique che non trova il palo lungo. La possibile svolta del match arriva al 25’: Pulgar perde palla a centrocampo lamentandosi con l’arbitro per un presunto fallo, il cileno però sbaglia i toni delle proteste con qualche parola di troppo e il direttore di gara Banti decide di cacciarlo. Eloquente come lo stesso capitano gialloblù Gastaldello, a colloquio con l’arbitro, comprenda la sua decisione di allontanare il compagno di squadra. Rischia anche Jajalo con un pericoloso intervento con il piede a martello, che per sua fortuna frutta solo un giallo. L’occasione del vantaggio però ce l’ha proprio il Bologna: contropiede fulminante dei felsinei con Di Francesco che scappa via a campo aperto, salvo poi facendosi ipnotizzare da Fulignati che salva un gol già fatto. Senza che i rosanero riescano a creare pericoli a Mirante, si chiude un primo tempo dove i fischi del ‘Barbera’ sommergono la squadra di Bortoluzzi al rientro negli spogliatoi.

Il Palermo alza il baricentro ad inizio ripresa, giocando così più palloni a ridosso dell’area bolognese. C’è un tentativo di Jajalo, al 7′, dopo una bella percussione di Lo Faso, il tiro del croato esce di mezzo metro; poi è lo stesso Lo Faso a cercare il destro a giro sul secondo palo senza trovare la porta. Il Bologna replica al 19’ con un’azione fotocopia di quella del primo tempo: ancora Di Francesco scappa via alla difesa rosanero, calciando però nuovamente addosso a Fulignati. Bortoluzzi prova a cambiare qualcosa inserendo Sallai e Diamanti, che ha sui piedi una clamorosa occasione per sbloccare il match all’82’: il sinistro dell’ex della partita, malgrado una posizione favorevole e la porta praticamente sguarnita, è ciabattato malamente per le delusione del pubblico di casa. Il Palermo può passare a 5’ dalla fine: Cionek mette un cross basso che Mirante respinge male, sul tap-in arriva Sallai che anziché chiudere con il piatto sinistro calcia con l’esterno destro e manda in curva a porta vuota. E’ l’ultima occasione del match, i rosanero vengono fischiati ddal’intero stadio, sprecando così l’ultima possibilità di ritorna in corsa per la salvezza.

Palermo-Bologna 0-0

PALERMO: Fulignati 6.5, Cionek 6, Sunijc 5.5, Andelkovic 6, Aleesami 5.5, B. Hernique 6, Jajalo 5.5 (75’ Diamanti 5.5), Chochev 5.5, Balogh 4.5 (40’ Lo Faso), Nestorovski 6, Trajkovski 5 (73’ Sallai 5). All: Bortoluzzi.

BOLOGNA: Mirante 6, Torosidis 5.5, Gastaldello 6, Maietta 6, Masina 5.5, Taider 6, Pulgar 4, Dzemaili 5.5, Verdi 5.5 (89’ Kraft sv), Petkovic 4.5 (77’ Sadiq sv), Di Francesco 6.5 (84’ Krejci sv). All: Donadoni.

ARBITRO: Banti di Livorno.

NOTE: espulso Pulgar (B) al 25’ per proteste. Ammoniti Jajalo (P), Verdi (B), Cionek (P), Aleesami (P), Sunijc (P), Masina (B)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.