Calcio Gazzetta

[FOCUS] Juve: la ri-vincita di Allegri

Generated by  IJG JPEG Library

Un gioco di parole perchè quella di ieri è l’ennesima Coppa Italia della gestione Allegri, oltre che un’altra rivincita personale nei confronti dei suoi detrattori, juventini e non.

Già, perchè dopo il “passo falso” contro la Roma, arrivato dopo i pari con Toro e Atalanta, aveva messo tutti in preallarme: la Juve era in crisi!

In pochi, però, avranno notato che nel frattempo la Juve avesse eliminato il Barcellona e il Monaco con 3 vittorie nette e un pareggio senza subire gol nella tana di Messi, Suarez e Neymar. Forse forse, non è che il buon Max avesse mai ragionato sul dove riporre più energie fisiche e mentali per cercare di arrivare in fondo a tutte le competizioni e poi provare a vincerle?

Ecco, la prestazione di ieri, per chi avesse avuto ancora dei dubbi, ne è la prova: contro i giallorossi ampio turnover (dall’alta di un +7 in campionato) e, nella partita da vincere, formazione tipo e prova convincente con relativo trofeo messo in cassaforte. E, salvo clamorosi sviluppi, viene difficile pensare che la Juve non riesca a vincere almeno una partita tra Crotone e Bologna, così da prendere e portare a casa anche lo scudetto.

Sarebbe stato meglio vincerlo qualche settimana fa? Rischiando magari un passo falso in Champions? Solo un folle direbbe di si. Eppure in questi quasi 3 giorni, dalla sconfitta con la Roma alla finale di ieri sera, i commenti tra televisioni e web si sono sprecati. E pazienza che ci sia una grossa fetta di media in attesa, come avvoltoi, di vedere i bianconeri fare una qualsiasi gaffe per parlare di crisi o crollo, ma che tra gli stessi juventini ci siano ancora parecchi tifosi pronti ad accanirsi contro Allegri o la squadra è quasi grottesco.

Qualcuno aveva notato scelte folli del mister, turnover esagerato, giocatori zombie per il campo, ma ieri sono stati tutti smentiti da un primo tempo sopra le righe con la Vecchia Signora che in pratica ha chiuso i conti al 24′ del primo tempo. Nelle passate due edizioni, invece, la Juventus vinse sempre nei supplementari senza convincere poi più di tanto nella prestazione. Supplementari che, in vista del prossimo match point col Crotone ma non solo, è stato molto utile evitare questa volta.

Quindi, non si può che fare i complimenti ad Allegri per una gestione praticamente impeccabile, anche nel cercare di preservare al meglio Dybala e il suo fastidio al flessore, un problema latente si, ma che se dovesse riacutizzarsi fermerebbe il giocatore fino alla prossima stagione ormai.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.