WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Calcio Gazzetta

[Top&Flop] Finalmente Andrè Silva, Immobile come Mancini. I top e i flop di Calciogazzetta

La punta del Milan si sblocca e conduce alla vittoria i rossoneri a tempo scaduto. Il centravanti laziale pareggia in extremis grazie a uno spettacolare colpo di tacco.

I TOP:

ANDRE’ SILVA (MILAN): tanto tuonò che piovvè. Finalmente il primo gol in campionato di quello che Cristiano Ronaldo incoronò come suo erede naturale. Il suo colpo di testa a tempo scaduto porta tre punti fondamentali alla corsa Champions del Milan. Ora Gattuso avrò un bel dilemma per scegliere l’attaccante delle prossime gare.

CIRO IMMOBILE (LAZIO): come Mancini, solo un pò più lontano. Ciro di Napoli realizza un gol capolavoro per balistica e istinto del gol. Come il collega milanista, al crepuscolo del match. La leadership della classifica marcatori è praticamente in cassaforte.

MARCELLO TROTTA (CROTONE): nella vittoria per 4-1 contro la Sampdoria, fa quasi tutto lui. Doppietta personale e rigore sbagliato, che avrebbe potuto condurre alla cinquina calabrese.

PAULO DYBALA (JUVENTUS): doppietta che arriva dopo il gol decisivo in settimana che ha regalato ai bianconeri la qualificazione ai quarti di Champions. La punizione dell’1-0 è una perla balistica degna di Pirlo.

VICTOR HUGO (FIORENTINA): Lui, con il numero 31 (il contrario di Davide Astori, che aveva il 13) segna alle ore 13 nella gara dell’ora di pranzo contro il Benevento. Il destino..

 

I FLOP:

ANTONIO CANDREVA (INTER): mille cross, uno giusto appena. Quando si trova a dover lottare per conquistare il pallone, tira indietro quasi sempre il piede. L’Inter con lui dà sempre l’impressione di giocare con un uomo in meno.

LUCA CEPPITELLI (CAGLIARI): propizia, con un autogol, il momentaneo 1-1 della Lazio. Senza quello, probabilmente, gli isolani avrebbero anche condotto in porto la vittoria.

ROLANDO MARAN (CHIEVO): i clivensi sono in caduta libera e competamente involuti nel gioco. Ora la salvezza è tutta da conquistare. Urge inversione di tendenza. Prima possibile.

DAVIDE BALLARDINI (GENOA): il Grifone nel primo tempo contro il Milan si difende bene, attacca e se la gioca. Nel secondo tempo lascia completamente il pallino del gioco nelle mani del Milan, fino agli ultimi minuti, quando sparisce proprio dal campo senza giustificazioni.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Aggiorna le mie impostazioni privacy